Regole: Le fasi Del Texas Hold’em all

Nel Poker Texas Hold’em, possono esserci contemporaneamente da un minimo di 2 ad un massimo di 10 giocatori ed è il mazziere colui che avrà il compito di dare le carte e distribuire le varie vincite nelle diverse mani.

Un altro passo importante che segue la distribuzione delle carte è che i due giocatori che siedono alla sinistra del mazziere devono pagare una somma, che sarà chiamato “piccolo buio” per il primo giocatore alla sinistra del mazziere e “grande buio” (che consiste nel doppio della somma del primo player) per il secondo giocatore alla sinistra del mazziere.

Adesso il mazziere comincia a distribuire le carte: due coperte per ogni giocatore, che rappresentano il pre flop; dopodiché il giocatore che ha pagato il grande buio dovrà decidere, dopo aver scoperto le sue carte,  se uscire dal gioco, puntare la stessa somma pagata per il grande buio per restare in gioco, oppure rilanciare e alzare la somma in palio.

Ci sono quattro varianti di puntate nel poker Texas Hold’em: senza limite, sicuramente il tipo più diffuso, in cui ciascun giocatore potrà rilanciare anche l’intero suo piatto; limite al piatto, in cui le puntate non potranno appuntare essere superiori alla somma presente nel piatto prima della giocata; limite fisso, in cui le puntate sono fisse e i rilanci sono al massimo tre per ogni puntata; miste, in cui le puntate e il numero dei rilanci possono variare.

Normalmente nel poker Texas Hold’em i rilanci vengono giocati senza limite: quindi ciascun giocatore può rilanciare anche l’intero ammontare del piatto: il piatto è chiamato stack, mentre il rilancio dell’intero piatto è chiamato all-in.Terminata la fase di puntate il mazziere toglie una carta, poi metterà sul tavolo le tre carte comuni, poi un nuovo giro di puntate e così via per tre volte.

You can leave a response, or trackback from your own site.