Strategie: Flop Poker: Call, Check-raise o Fold?

Poker Texas Hold'em

In fondo ognuno di noi ha pensato la stessa cosa quando si è seduto ad un tavolo di 10 giocatori: adesso devo passare ore ed ore a foldare, ma perché? Chi me lo fa fare?

Innanzitutto in una partita con un così alto numero di giocatori foldare diventa fondamentale e quindi non è mai tempo perso, anzi è necessario foldare per la maggior parte del gioco, perché con un così elevato numeri di giocatori al tavolo, è molto probabile che un avversario abbia una mano migliore rispetto alla nostra.

Se invece al tavolo partecipa un numero di giocatori più ristretto, ad esempio 3-4 giocatori, allora è opportuno rilanciare sempre più frequentemente: giocare e vince un numero di piatti maggiore diventa di fondamentale importanza, anche considerata la velocità con cui girano i bui, perché nella grande maggioranza dei casi, i nostri avversari avranno delle mani pessime, soprattutto quando appunto il numero dei giocatori si riduce.

Quando giocherete sarà sicuramente applicabile questa tattica, poiché è possibile trovare tavoli short-handed, al contrario dei casinò reali; queste strategie che vi stiamo per spiegare, una pre – flop e una post – flop, i riferiscono ad un tavolo short handed con giocatori che hanno un deep stack.

Nella strategia pre – flop il gioco, con 3-4 avversari, è aggressivo, quindi è preferibile rilanciare o foldare: rilanciare una volta ogni 3-4 mani, quando non si è di buio, come foste in un tavolo full ring, o con anche con qualsiasi pocket pair.
Nella strategia post-flop è importante avere il massimo guadagno dalla nostra posizione, quindi puntare sempre al flop oppure, in caso di call o check-raise è meglio foldare.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Leave a Reply